Catechesi Sant’Eufemia 2022 2023

Eventi con la Collaborazione Pastorale Giudecca

Sono iniziati i percorsi di catechesi per bambini, bambine, ragazzi, ragazze e giovani nelle parrocchie della Collaborazione Pastorale della Giudecca. E’ ancora possibile iscriversi contattando il Parroco o i catechisti e compilando il modulo di iscrizione.


Con poco si può fare molto

Nel periodo di Avvento i ragazzi e le ragazze del catechismo della Collaborazione Pastorale Giudecca hanno riflettuto sul tema della carità realizzando degli oggetti natalizi e scrivendo dei pensieri per augurare con affetto Buon Natale agli ospiti del Centro di residenza anziani della Giudecca

Celebrazione penitenziale 22 dicembre

Mercoledì 22 si è svolta la celebrazione penitenziale per i bambini e ragazzi del catechismo. In evidenza delle pecorelle che cercavano Gesù bambino poste davanti alla corona di Avvento, segno di Luce che conduce al Natale. I bambini hanno ascoltato la storia di una pecora nera, che si sentiva emarginata ma una volta giunta davanti alla grotta è stata accolta dalla Santa Famiglia. Dopo aver ricevuto il dono del perdono hanno ringraziato il Signore e preso un pecorella per porla nel presepe di casa.

Insieme scopriamo la Carità

            Con il nuovo anno liturgico è  iniziato un cammino assieme per i gruppi di catechismo del SS.Redentore e di Sant’Eufemia che si stanno preparando per ricevere il sacramento della confermazione. In questo tempo di Avvento prendendo spunto dalla proposta diocesana abbiamo messo in evidenza due Santi “testimoni di carità”.   Attraverso la figura di San Rocco che si è messo in viaggio lasciando il superfluo e portando con sé l’essenziale, abbiamo riflettuto sul senso del pellegrinaggio inteso anche come la strada che si percorre per raggiungere le mete e gli obiettivi che ci prefiggiamo. In risalto sul tavolo un cappello simbolo dell’essenziale che ci ripara, ci protegge, raccoglie gli imprevisti e le belle sorprese. Il nuovo gruppo è stato invitato a mettere dentro il cappello  un pensiero sulla gioia che ci si aspetta nel  “mettersi in cammino”  ed ecco che in questo modo è stata espressa l’attesa per il Natale, la presenza della famiglia e la felicità per nuove compagne che aprirà una strada che è stata definita: ”un nuovo mondo di catechismo” tra cuori e stelle disegnati sui biglietti.

            Il mercoledì successivo, dopo aver ascoltato la storia San Girolamo Miani, i ragazzi e le ragazze attraverso un gioco hanno raccontato alcune peculiarità del proprio carattere e come possono vivere la carità con gesti concreti e di vicinanza. Al prossimo incontro proveremo a mettere in pratica questi gesti in un clima natalizio e pensando al prossimo….sarà per loro una sorpresa!!!

La stessa strada per incontrare Maria

È stata un’esperienza nuova quella del pellegrinaggio alla Madonna della Salute per i gruppi di catechismo della parrocchia di S. Eufemia che assieme alla parrocchia del SS. Redentore, in un clima gioioso favorito anche dai frati che hanno saputo coinvolgere i bambini e i genitori presenti, si sono messi in cammino lo scorso mercoledì pomeriggio. Ci ha unito molto pregare cantando con “trasporto” lungo la fondamenta delle Zattere trovando poi dei momenti di spiritualità per affidarci a Maria accendendo una candela.  All’interno della Basilica siamo stati accolti e ci è stato spiegato che proprio il 21 novembre a Venezia ricorre questa festa, che commemora la fine di una terribile pestilenza! La Basilica è nata per volontà del governo della Serenissima Repubblica come voto alla Vergine Maria, promettendo che se la peste fosse finalmente finita, avrebbero costruito una nuova chiesa dedicata a Lei. Ecco che il 21 novembre 1631 si pose la prima pietra! e da allora tutti i 21 novembre di ogni anno si va rin-graziare la Madonna e noi non abbiamo voluto mancare a questa sentita espressione di fede comunitaria di fronte alla B.V. Maria. Un primo incontro tra i vari gruppi di catechismo che sarà certamente un trampolino di lancio per molte altre occasioni di fede e condivisione nella nostra Comunità della Giudecca.

Cammino di Avvento: proposta uffici pastorali del Patriarcato di Venezia

Iscrizioni ai percorsi di catechesi

Le iscrizioni al catechismo sono rivolte a bambini/e , ragazzi e ragazze partire dalla prima elementare.


Cresime di S. Eufemia

     Domenica scorsa, 17 ottobre, 17 ragazzi di terza media e prima superiore del catechismo di S. Eufemia hanno ricevuto il sacramento della Cresima per mano del Vicario diocesano mons. Fabrizio Favaro, rettore del Seminario Patriarcale. In un’atmosfera densa di emozione, mons. Fabrizio ha invocato su di loro lo Spirito Santo che li ha resi cristiani “adulti” nella fede, chiamati ad essere testimoni coraggiosi nella loro vita. La celebrazione è stata partecipata con grande attenzione e rispetto da tantissimi parenti e amici che hanno voluto stringersi a loro in que- sto momento così importante. Auguriamo a questi ragazzi di proseguire il loro cammino di fede e assicuriamo loro tutto il nostro sostegno!

Ecco, Signore, questo cartellone:  queste barchette nel mare in tempesta della nostra età siamo noi. I doni dello Spirito che oggi abbiamo ricevutoci guideranno nel porto sicuro del tuo Amore.

Saremo collaboratori di Dio diventando a nostra volta un dono, perché la vita dell’uomo diventa ricca e significativa quando comincio a donarla, perché nella vita cristiana più dono e più divento ricco. Scarica testo completo omelia Don Fabrizio Favaro

Chiesa del SS.Redentore

Domenica 17 ottobre alle ore 11.00

Celebrazione del Sacramento delle Cresime (dei ragazzi/e di Sant’Eufemia)


Presentazione Cresimandi: una tappa nel cammino

Quest’anno  noi (17 ragazzi /e ) che abbiamo frequentato  il percorso di catechesi nella parrocchia di Sant’Eufemia stiamo vivendo oggi una importante tappa del nostro cammino, infatti riceveremo il Sacramento della Confermazione. La Cerimonia a causa dell’emergenza sanitaria non potrà essere svolta durante la S.Messa della Comunità  che ci ha accompagnato  di domenica in domenica con la preghiera e l’affetto. Desideriamo perciò in qualche modo rendervi partecipi di questo  importante momento di vita cristiana presentandoci e raccontandovi tutti i momenti significativi che abbiamo vissuto durante il ritiro

Agnese, Alice L., Alice R., Andrea, Anita, Camilla, Chiara, Dorotea , Elisa , Francesco, Ginevra , Irene, Lorenzo , Marta D., Marta U. , Sofia ,Stefano

Reverendo Don Fabrizio, genitori, padrini e madrine, eccoci oggi riuniti perché questi 17 ragazzi stanno per raggiungere, non una meta finale, ma una importante tappa del loro cammino cristiano. Già! Sono ben 17 ragazzi dai 13 a 14 anni, che stanno vivendo l’età in cui comincia ad essere diverso non solo il fisico, ma anche il comportamento che deve improvvisamente governare nuove emozioni ed esperienze,  nuovi desideri ed aspettative, ma allo stesso tempo anche paure ed insicurezze. Ed è proprio in questo momento di cambiamento che si propone ai ragazzi di ricevere il sacramento della Cresima. L’adolescenza è una fase della vita in cui si cresce e si sceglie, e le scelte portano sempre a delle conseguenze, ed è per questo che i ragazzi hanno bisogno di una guida sicura che li può aiutare a vedere con responsabilità il proprio futuro. Noi catechisti, il parroco Padre Fabio e il nostro vicario fra Oswald, ci siamo affiancati al cammino di questi ragazzi come supporto a voi genitori, padrini e madrine. Anche per noi, come per voi, non è sempre facile trovare la modalità più adatta  e coinvolgente per trasmettere valori importanti. Durante l’anno i ragazzi devono far fronte anche ad altri impegni che richiedono concentrazione ed energia e questo ultimo anno e mezzo non ci è stato certo d’aiuto. Anche per noi, come per voi, non è sempre facile trovare la modalità più adatta  e coinvolgente per trasmettere valori importanti. In questi anni percorsi assieme abbiamo avuto modo di conoscerli personalmente uno per uno ed ognuno è stato per noi un tesoro da scoprire apprezzare e valorizzare che ci ha permesso di maturare assieme nella fede. Le potenzialità, le diversità che li rendono unici, i buoni sentimenti che sono da loro emersi, sono per tutta la Comunità un’ immensa ricchezza.  Sono quindi pronti? Si lo sono!  Perché sanno che oggi riceveranno un Dono ed il loro compito sarà quello di farlo fruttificare, ma soprattutto perchè ad essere sempre pronto è il Signore che si mette accanto a noi per indurci ad aprire il nostro cuore al bene, all’ascolto, al perdono, alla capacità di essere testimoni forti e coraggiosi dell’Amore di Dio in ogni momento della nostra esistenza.


Ritiro cresimandi Sant’Eufemia

Dorotea: Secondo me questo ritiro è stato molto importante perchè, almeno a me, ha fatto capire che cos’è davvero la Cresima, me l’ha mostrata come un fatto concreto, utile per la vita, non come una semplice sequenza di gesti simbolici.

Alice: A me è piaciuto molto, perchè è stato un momento in cui ho potuto confrontarmi di più con i miei compagni di catechismo e soprattutto conoscerli meglio e, soprattutto, mi ha aiutato a capire meglio degli argomenti non ancora molto chiari.

Ginevra: I due giorni passati tutti assieme sono stati bellissimi. Ho imparato cose nuove, ho ricordato cose fatte a catechismo e soprattutto mi sono divertita! Mi è piaciuto soprattutto cantare e giocare alla caccia al tesoro

Chiara: Durante questo ritiro mi sono divertita molto e ho legato con il gruppo con cui avevo rapporti freddi. Mi sono trovata bene e credo di aver ritrovato un po’ di quella fede che avevo perso.

Camilla: Mi è piaciuto molto questo weekend perchè c’era molta pace e tranquillità e perchè mi sono divertita molto.

Francesco E’ stato bellissimo!!

Sabato 2 e domenica 3 ottobre il gruppo dei Cresimandi di Sant’Eufemia ha trascorso un weekend superfantastico nella casa Santa Maria Assunta al Cavallino.

Questo giorno e mezzo è servito per rispolverare quanto fatto in questi due anni in preparazione alla Cresima, ma soprattutto è stato essenziale per stare insieme in tranquillità, per rafforzare ancora di più i legami tra i ragazzi e per dar loro un tempo più dilatato anche per la riflessione personale e la Riconciliazione.

Oltre a noi catechiste ci hanno accompagnato Daniele, marito di Laura, Fra Oswald e i due giovani frati, fra Stefano e fra William, che proseguiranno il percorso con i ragazzi. La loro presenza è stata veramente un dono per i Cresimandi che, così, hanno potuto conoscerli e confrontarsi con loro.




SCARICA MODULISTICA

26 settembre: presentazione cresimandi alla Comunità

Domenica 17 ottobre alle ore
11.00, nella chiesa del SS. Redentore,
diciotto ragazzi della parrocchia
di Sant’Eufemia riceveranno il Sacramento
della Confermazione.
Tutta la Collaborazione Pastorale
è chiamata a pregare per loro e a sostenerli in questa importantissima
tappa del loro cammino nella fede.
Sarà una grandissima festa!!!