Ordinazione Diaconale

La fraternità del SS. Redentore in Venezia e la Provincia dei Frati Minori Cappuccini
di Lombardia annunciano con gioia l’ordinazione diaconale di:


fra Mattia Senzani


sabato 6 novembre 2021 – ore 10.00
Basilica di San Marco – Venezia

La liturgia sarà trasmessa anche attraverso la pagina facebook del settimanale diocesano Gente Veneta.

PER PARTECIPARE ALLA LITURGIA DI ORDINAZIONE E’  NECESSARIO INVIARE LA PROPRIA RICHIESTA COMPILANDO IL SEGUENTE MODULO E ATTENDERE LA CONFERMA VIA MAIL: http://www.patriarcatovenezia.it/diaconato/

Pubblicato in articoli wall, La Stessa Strada, Parrocchie | Lascia un commento

Parrocchia di Sant’Eufemia: domenica 17 ottobre celebrazione del Sacramento della Confermazione

Domenica 17 ottobre, 17 ragazzi/e della parrocchia di Sant’Eufemia hanno ricevuto il dono dello Spirito Santo.

Alcuni pensieri tratti dall’Omelia di don Fabrizio Favaro che ha presieduto la celebrazione

Non è molto facile parlare avendo voi ragazzi alle spalle, ma il compito del sacerdote non è quello di essere la centro ma piuttosto di orientare ad aprire il cuore a Dio. Allora, anche se fisicamente non ci vediamo, perche siamo disposti in un certo modo, nella fede tutti possiamo aprire il cuore in qualsiasi posizione noi ci troviamo, sia fisica come  in questa chiesa, ma anche in qualsiasi posizione ci troviamo nei diversi momenti della nostra vita.

Nessuno deve essere messo da parte, nessuno deve essere messo dietro, ma tutti siamo davanti al Signore.

Lasciamoci aiutare in questa festa dalla Parola di Dio che è stata proclamata.

Gesù rivolge ai suoi discepoli Giacomo e Giovanni una domanda, domanda che è rivolta anche a ciascuno di noi.

Che cosa volete che io faccia per voi? Per te?

Noi che ci troviamo qui alla presenza di Dio non sciupiamo questa opportunità, questa occasione, subendo un appuntamento scontato o dovuto.. facciamo anche questa… come le tante cose che ci tocca  fare nella vita.  Non sciupiamo l’opportunità che Dio ci offre di incontrarLo, perché questa liturgia, come ogni liturgia è sempre un incontro personale con il Signore. Non siamo qui per fare un piacere a Dio che non ha bisogno che noi stiamo qui per compiacerlo, ma viviamo questo appuntamento come un incontro con il Signore della vita, colui che dona la Vita, perché se noi vogliamo vivere dobbiamo andare dal Signore, da Dio, l’unico che offre la vita.

Che cosa voglio quindi da Dio, che cosa desidero dal Signore?

 A Dio dobbiamo chiedere quello che solo Lui ci può donare, perché se non ci dona Lui la vita, se non ci dona Lui la gioia, nessun altro ce la può donare.

Nella seconda lettura c’è un passaggio dove Dio dice al suo servitore, e lo dice a ciascuno di noi:  si compirà per mezzo di te la volontà di Dio. E già qui forse abbiamo una risposta perché il Signore ci chiama ad essere suoi collaboratori.

Ricevendo il dono della Confermazione non abbiamo ricevuto una medaglia, una onorificenza, ma siamo stati presi da lui come suoi collaboratori. Vuol dire che con la nostra vita, con quello che siamo, siamo chiamati ad essere collaboratori di Dio nel dare vita e ciò significa che nulla di ciò che accade nella mia vita è inutile, nemmeno quando la vita si fa pesante e ci dà dolore anche se qualche volta faremo fatica a comprenderlo.

Saremo collaboratori di Dio diventando a nostra volta un dono, perché la vita dell’uomo diventa ricca e significativa quando comincio a donarla, perché nella vita cristiana più dono e più divento ricco.

Ragazzi, i vostri genitori lo hanno sperimentato quando vi hanno donato la vita, senza di voi la loro vita sarebbe stata più povera. Quando hanno deciso di donarvi la vita sono stati più felici, questa è la logica di Dio, se noi non doniamo la vita la sciupiamo, se non giochiamo in difesa ma ci doniamo agli altri inizieremo a ricevere molto di più.

Chiediamo al Signore,  che con la stessa delicatezza con cui è stato vicino a Giacomo e Giovanni ci dice che cosa vuoi che io faccia per te, di poter accogliere il dono di Dio, quel dono del suo Santo Spirito continuando ad essere noi stessi dono per poter essere collaboratori di Dio nel dare vita.

Scarica il testo completo dell’Omelia

Pubblicato in articoli wall, Sant'Eufemia | Lascia un commento

Apertura diocesana del Cammino sinodale.

Pubblicato in articoli wall | Lascia un commento

La Stessa Strada – ventinovesima domenica del Tempo Ordinario – 17 ottobre 2021

Pubblicato in articoli wall, La Stessa Strada, Parrocchie | Lascia un commento

Ciclo di incontri del circuito Chorus – ottobre_dicembre 2021

Ciclo di conferenze “Intersezioni – dialoghi possibili tra arte e fede”

Ripartenza del ciclo di conferenze “Intersezioni – dialoghi possibili tra arte e fede”, che si terrà in alcune chiese veneziane del circuito Chorus.
Si tratta di incontri che pongono al centro un’opera d’arte presente nella chiesa, raccontata da uno storico dell’arte e commentata da un teologo. Si parte, LUNEDI’ 25 OTTOBRE, con l’organo di Paolo Veronese nella chiesa di San Sebastiano; si proseguirà poi, secondo il programma allegato, con la pala di Francesco Bassano nella chiesa del Redentore e i teleri sulla vita di San Lorenzo Giustiniani della cattedrale di San Pietro di Castello. L’incontro finale, nella chiesa di San Vidal, sarà una riflessione artistica e teologica sulla fondazione mitica di Venezia, di cui si stanno festeggiando i 1600 anni.

Scarica il programma del ciclo di incontri

Per partecipare agli incontri è necessaria la prenotazione (dal mercoledì della settimana precedente l’incontro) telefonado al n. 0412750462 oppure scrivendo a info@chorusvenezia.org

Pubblicato in articoli wall, Parrocchie | Lascia un commento

Il Papa del sorriso sarà presto beato

Il Papa Giovanni Paolo I al secolo Albino Luciani sarà presto beato! Papa Francesco ha autorizzato la Congregazione per le cause dei Santi a promulgare i decreti riguardanti il riconoscimento di alcuni miracoli attributi alla sua intercessione. Questa settimana la Santa Sede ha dato oggi la notizia che è stato perciò riconosciuto il miracolo attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Giovanni Paolo I.

In particolare si tratta della guarigione avvenuta il 23 luglio 2011 a Buenos Aires di una bambina undicenne affetta da “grave encefalopatia infiammatoria acuta, stato di male epilettico refrattario maligno, shock settico”. La vita della bambina versava ormai in gravissime condizioni, con giornaliere crisi epilettiche e uno stato settico da broncopolmonite. Come riferisce Vatican News, il parroco della parrocchia a cui apparteneva l’ospedale chiese di invocare l’intercessione di Luciani e la bambina guarì. Gioisce oggi la Chiesa di Venezia che accoglie questa grande notizia che contrassegna una tappa decisiva per la beatificazione dell’amatissimo Patriarca Albino

Pubblicato in articoli wall, La Stessa Strada | Lascia un commento